E, voi dite che a Guardia Sanframondi non abbiamo bisogno di un meteorite?

nessun commento

Sospendiamo per un attimo di parlare del panico e del caos sociale ed economico provocato dal nuovo Coronavirus a Guardia, per il prossimo sindaco avrei una proposta da fare che probabilmente spiazza tutti, sto già partendo con le firme per costituire un comitato elettorale a sostegno. La proposta è la seguente. Avendo già sperimentato tutte le possibilità – democristiani e catto-comunisti, maestri e zappatori, ingegneri, medici, alieni, pop e snob, panziani passati, presenti e futuri – e avendo la comunità ottenuto sempre risultati al di sotto delle aspettative, nell’impossibilità di eleggere Giulio Cesare e Carlo Magno per raggiunti limiti d’età né potendo auspicare la candidatura di Giuseppe Conte (quello di Volturara Appula, sia chiaro) a sindaco della Medesima, ho maturato una ferma convinzione: chiediamo una deroga al Governo e al Parlamento e rieleggiamo con poteri speciali Floriano. È un uomo esperto, benvoluto, capace. Ha gestito in queste ore drammatiche per la comunità l’emergenza sanitaria con piglio e decisione. Nel decennio appena trascorso, nonostante il flop enoico, è riuscito a governare un paese che non ha nemmeno i cognomi (difatti è d’uso utilizzare i contranomi) per raccapezzarcisi. È democristiano extra-strong, conosce molte lingue, compresa l’antica scrittura beneventana, ed è così cazzuto che anche il Coronavirus dopo essersi affacciato per le strade di Guardia ora preferisce girare al largo. E soprattutto si è dimostrato estraneo al generone guardiese, alla magnocrazia nostrana, al carnevale permanente fatto di ricchi premi e cotillon, gagà e figuri sfornati dalle dinastie politiche, grandi e piccoli latifondisti, curia e piccoli potentati locali. Grazie a lui, Guardia oggi è una comunità invasa da b&b e ristoranti ricercati, da bellezze permanenti, senza zoccole di ogni tipo, anche umane, senza cinghiali e gabbiani, senza buche, né pal(l)e che girano e dipendenti comunali che si danno malati. Guardia non può essere affidata ad altri. A gente che non proviene dallo stesso humus. Gente estranea, fuori dalla Parrocchia, magari seria, magari cocciuta, poco creativa ma molto operativa, che raddrizzi la schiena agli abitanti e pure ai gatti che nel centro storico si sono così impigriti e invigliacchiti da stare pappa e ciccia coi topi. Gente che non si è mai portato souvenir dalle rovine del centro antico, né abbia pisciato sulle vestigia degli antichi palazzi o lasciato lattine di birra, coca-cola e altre porcherie. No, ci vuole lo stesso terriccio. Ci rivuole Floriano, uno che non si nasconde dietro una bottiglia di Falanghina, che non si fa bello con i media; ma che, pancia a terra, lavora sodo, risolvendo i problemi e non vendendo fumo e aria fritta. Solo Floriano ha capito Guardia. Per questo ci rivuole uno come lui, gaiardo e tosto. Uno pronto a tutto, che non si tira mai indietro. Impavido, anche davanti all’ignoto. Solo lui può rilanciare Guardia nel mondo. Che ne sanno coloro che in questi giorni, sfidando il virus malefico, spiluccando sushi, stanno incartandosi sul candidato sindaco prossimo venturo. Evitate lo scontro tra voi; trovate una soluzione extra partes: o Floriano o Floriano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...