Il Profeta e gli sciacalli

nessun commento

In tutti questi anni, da quando sono “ritornato” a Guardia, non ho mai imparato l’arte del silenzio. Non è facile. Sono sempre stato e sempre sarò impulsivo e “rompiscatole”. Non mi sono mai tenuto una parola, un pensiero, una riflessione in vita mia. Polemiche. Discussioni infinite. Liti. Per questo mio difetto in questo paese mi sono procurato antipatie, inimicizie, problemi, guai. Tutta roba inutile, senza alcun ritorno. Poi finalmente ho capito. Non ne vale la pena. Per questo da qualche tempo ragiono solo con chi vuole ragionare. Discuto solo con chi sento in sintonia. Parlo solo con chi ha voglia di ascoltare. E come sento puzza di provocazione o allusioni, o stupidità, mi volto dall’altra parte. Non raccolgo. Non ascolto. Non replico. Non parlo. Fingo di non vedere. Ho chiuso con le cause perse. Tuttavia, considerata l’eco che in questi giorni travolge il nostro paese, non posso esimermi da una considerazione. Ho letto soltanto oggi un post su Facebook che tratta di una specie di mammiferi appartenenti al genere dei Canis, gli “sciacalli”. È inutile che in questo paese vi girate dall’altra parte fischiettando. Chi ha scritto quel post, il Profeta di Guardia, ce l’aveva con voi gentaccia “assetata”, beceri protestatari da quattro soldi, leoni da tastiera di periferia, volgari populisti del borgo profondo. Gli “sciacalli”, siete proprio voi. Compratevi “l’addolcitore”, invece di contestare sui social. Come chi è il Profeta? Ma allora siete anche ignoranti oltre che populisti. Il Profeta è Lui, il Competente, il Genio, il Maestro Venerabile del Pensiero Collettivo Guardiese, il venditore ambulante di acqua dura senza filtri, il dispensatore di parabole futuristiche, il puntuale riempitivo di ogni inaugurazione da centinaia di migliaia di euro (con i soldi vostri). Il protagonista unico di tutti i “Misteri” in scena in queste ore. Insomma, Lui, il Profeta del no “selfies”. L’amico degli àscari del posto sicuro, l’amico degli “intellettuali” della pagnotta di stato, Vittorio e Ferdinando (e Marino), veri e propri giganti della cultura italica, soprattutto quando si tratta di abbindolare amministrazioni pubbliche. Quello per cui l’umanità guardiese si divide in due: i fessi da una parte e Lui dall’altra. Lui ci tiene all’immagine della nostra comunità che vuole essere sempre più un posto gradevole per viverci e lavorare. È inutile quindi che dissimulate, piuttosto sentitevi in colpa e pentitevi, perché se lui dice che siete degli “sciacalli” vuol dire che lo siete. E non servirà a nulla spiegare che voi avete altre cose di cui preoccuparvi: la vendemmia, il lavoro, le tasse, l’ultima raccomandata di Equitalia che non avete pagato due anni fa quando sulla Caianello, siete andati a 61 all’ora dove il limite era a 60. Perché il Profeta è un’autorità e voi no; e il Profeta non è il figurante del Rione Portella, no, è uno che quando parla, tutti rimangono a bocca aperta e fanno: “Oooooh l’ha detto Lui!”. Anche quando dice e fa cazzate iperboliche. E nessuno che abbia il coraggio di dire: “Oh Profeta, ma che c… dici?”: No, tutti ad applaudire le sue cialtronerie indecenti che lui si vanta di difendere. Il Profeta ha preso tutto quel che poteva prendere, impunità e immunità, benefici, pensione e garanzie che a noi sono negate. Protezione e strumenti e procedure per aggirare ostacoli. E vuole pure che manteniamo Lui ma anche i suoi circoli di famigli, parenti, yes-man. Ha preso tutto. Perfino i “nostri” Riti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...