Floriano in arte Florian

nessun commento

Voi dite pure che ci sono problemi ben più gravi in questo paese, ma noi siamo seriamente preoccupati per Floriano in arte Florian. Un po’ di storia locale. Sette anni orsono il celebre political di Guardia viene chiamato dai giovani piddini, come ogni deus ex machina che si rispetti, a scendere dal decimo e ultimo Cielo tra noi comuni mortali con una missione da urlo: “Condurre Guardia nel Terzo Millennio”, cioè a se (e a pochi intimi). Fin dal primo momento pensa di essere arrivato lì con la cicogna. È piuttosto confuso. Non sa che fare. Si può capirlo, per carità. Si è sfiancato così tanto in tante campagne elettorali che l’hanno visto, tanto per cambiare, al comando dietro i cespugli. Poi, tutt’a un botto, realizza. E come i pugili suonati. Rallegrato, stavolta non per pulsioni autoritarie (non sia mai), ma per manifesta e imbarazzante inferiorità degli improbabili compagni di ventura (facce da bar di Guerre Stellari che, appena appaiono in pubblico, perdono anche i voti dei propri familiari), accetta la candidatura, giusto in tempo per scampare all’oblio. La candidatura, secondo alcuni scissionisti coraggiosi, è illegittima perché si tratta di un esterno ingaggiato a chiamata diretta. Ma, si sa: la parola dell’Umberto a Guardia è parola di Dio, per quando riguarda la scialuppa democratica, mentre per gli altri è parola al vento, vox clamans in deserto. Ciò detto: veniamo ad oggi. Sono trascorsi 7 anni e speravamo di esserci un po’ ripresi. Invece rieccoci costretti a toccare il fondo, anzi a scavare, grazie a un sindaco che usa gli stessi mezzucci indecenti della vecchia politica. A ogni ora, a ogni minuto, fra gli oppositori silenti (critici fuori tempo massimo) si stacca una faccia, si accende un sorriso. È un fuggi fuggi generale sul carro del vincente, roba che al confronto Caporetto è Disneyland. Il medico condotto s’è già messo in salvo. Gli altri si vedrà. Questione di giorni, forse di ore. Per ora camminano rasenti i muri per schivare lanci di ortaggi e forconi. Peccato, così giovani… Intanto nel suo ufficio con vista yogurteria, Floriano in arte Florian si vede di rado. Sarà in giro per il globo terracqueo a promuovere la Falanghina di famiglia (ah, le fotografie, bisognerebbe cancellarle dai social) o per il centro storico a mettere a punto la strategia per i prossimi Riti Settennali e a fare da supporto alle maestranze? Così pensano i più, salvo poi scoprire che il nostro dopo aver trascorso qualche giorno in terra celtica e aver indossato il kilt d’ordinanza è di nuovo intento a mettere a punto la strategia immobiliare per il canale tv di Miami HGTV “House Hunters International” (per cui continua a lavorare da pensionato-consulente). Fosse uno dei cattivoni, vecchi rancorosi e inaciditi, tipo quei figuri che ogni tanto scrivono sul web e sulla stampa che, naturalmente, con lui non c’entrano nulla ma hanno la grave colpa di dire la verità, si parlerebbe di conflitto d’interessi: qui solo interessi e niente conflitto. Ma lui niente, non si accorge di nulla, sempre teso a mettere a punto strategie e fornire supporto logistico ai sudditi della Regina. Ma adesso spostiamoci e lasciamolo lavorare per un qualcosa che forse, accecato dal suo ego, ha un po’ perso di vista: Guardia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...