Opposizione? Sì… Mah… Forse…

nessun commento

Cos’è il genio? “È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione”: parola del Melandri in Amici miei atto II di Mario Monicelli. Anche Floriano però non scherza. Da quando c’è lui, tutto va bene. Viviamo nel migliore dei mondi possibili con la migliore amministrazione possibile. Lo certificano all’unisono i social e i media con titoli rassicuranti che danno la buonanotte ai cittadini guardiesi come le fiabe per bambini. C’è, è vero, qualche incidente di percorso, tipo il responsabile tecnico che, in altro luogo, pare (e fino a prova contraria) abbia trattenuto per sé una piccola percentuale su un appalto, ma naturalmente a sua insaputa. Son cose che capitano nelle migliori amministrazioni, infatti il sindaco si fida della parola del tecnico in questione, che a sua volta s’è fidato della parola del suo commercialista, che a sua volta era magari un po’ distratto. Mirabile emblema di una classe dirigente al di sotto di ogni sospetto. Ma non vorremo mica far dimettere il nostro sindaco per così poco: e quando ci ricapita una tale opportunità? Sopravvivono anche alcuni disturbatori della quiete pubblica, tipo il sottoscritto, che si permette financo di fare opposizione scritta, come se non fosse abbastanza chiaro che a Guardia la figura del sindaco è stata abolita con Regio Decreto Luogotenenziale. Per il resto, l’ordine regna sovrano. Nessun sommovimento neppure dagli episodi pirotecnici tipo biblioteca, svendita del centro storico, asilo in via Parallela (per esempio). Però il dibattito pro o contro sull’efficacia dell’opposizione dà la misura definitiva dell’abisso in cui è precipitata la politica in questo paese. E chi non se ne rende conto, accettando anche soltanto di discuterne, non fa che aggravare la sua posizione. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, diceva qualcuno. E Floriano festeggia. A questo punto la domanda è molto semplice e, nonostante la comicità della situazione generale guardiese, molto seria. Per fare opposizione in questo paese occorre prima pagare i diritti d’autore a Floriano? Cosa fa l’opposizione? E da un anno che una parte significativa della comunità, che ha votato fiduciosa un’idea di cambiamento, s’interroga ansiosa e lacrimante su che cosa faccia tutto il giorno. Che fa il gruppo di opposizione? È quello che si domandano – al netto delle polemiche su Roberto Saviano, assolutamente condivisibili. Voglio solo aggiungere al dibattito che non oso immaginare quel che succederà il prossimo anno, quando, grazie a Floriano, la nostra identità farà il giro del mondo e verosimilmente verremo invasi dalle maggiori emittenti statunitensi e europee -, soprattutto quelli che han votato convinti contro questa classe politica che si è mangiata (e continua indisturbata a mangiarsi) l’intera comunità. Sappiamo bene che gli eletti non stanno imparando il mestiere (non sono certo di “primo pelo”, alcuni di loro sono consiglieri comunali da più lustri); hanno presentato una valanga di interrogazioni e altre ne stanno preparando (e poi?); le loro presenze in consiglio comunale superano largamente quelle del gruppo di maggioranza; han fatto approvare alcune mozioni (quasi sempre, però, su questioni di scarsa importanza); hanno appoggiato alcune proposte intelligenti (poche) della maggioranza, le classiche proposte che non si devono rifiutare (le intramontabili perline colorate dei colonialisti per abbindolare i pigmei africani), ovviamente subito dopo sabotate ; hanno contestato il golpetto dell’amministrazione per aggirare il tema dell’acqua pubblica, ecc… ecc… ecc… Bene! Ma tutto questo – in una comunità dove i social stanno rapidamente rimpiazzando gli ansiolitici (con quel che costano in tempi di crisi) -, i guardiesi che s’informano (si fa per dire) dai camerieri di Floriano non lo sanno. Contro i dinosauri sopravvissuti alle glaciazioni che amministrano questo paese, si posson fare due cose: seguitare a imprecare sui social al destino cinico e baro, o bypassarlo parlando direttamente ai cittadini e portando fuori dal Municipio ciò che avviene dentro. Ma, per farlo, bisogna aggredire il sistema Floriano e usarlo, anziché farsene usare. Altrimenti in un postaccio come il Municipio si è più che inutili. Lascio al gruppo di opposizione, pertanto, farci sapere cosa si vuol fare. Oppure, ditelo, per favore, che in questo paese non si può fare a meno di Floriano Panza. E che è meglio passare per complici che per coglioni. Sono certo che i cittadini-elettori se ne faranno una ragione e capiranno qualcosa in quello che altrimenti pare sempre più un manicomio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...