Ogni mattina Floriano si sveglia e…

nessun commento

panzaOgni mattina Floriano si sveglia e come una gazzella comincia a correre. Ogni mattina un mucchio selvaggio allevato a pane e Floriano si sveglia e ringhia: sa che dovrà mantenere il pelo dritto tutto il giorno altrimenti la mattina dopo Floriano li farà correre come una gazzella.

Ogni mattina il mucchio selvaggio allevato a pane e Floriano si sveglia sapendo di far parte del dieci per cento migliore del paese. Ogni mattina qualcun altro si sveglia sapendo di far parte del dieci per cento peggiore. Ma l’ottanta per cento di loro si sveglia sapendo che Floriano è in tutto e per tutto uguale a loro. Ossia ne presenta i medesimi vizi, ne ripete gli errori e compie abitualmente gli stessi passi sbagliati. Tanto, si sa, ogni mattina qualcun altro ancora si sveglia e ci dice su Facebook che ha appena mangiato la pastiera fatta la sera prima dalla suocera. Ecco che tutti allora si sentono in diritto, se non addirittura in dovere, di farci sapere cosa pensano della pastiera stessa, come ritengono vada eseguita la ricetta corretta, se ci vogliono i canditi, se deve essere o no bagnata con lo Strega, condendo il tutto con proclami più o meno definitivi sulle nostre tradizioni pasquali, sul nostro girovita e, magari, anche su Floriano (che in questo caso non c’entra niente ma va bene un po’ con tutto, come il nero).

Ogni mattina Floriano si sveglia e dopo aver telefonato all’Umberto allerta l’ufficio stampa comunale. Ogni mattina l’ufficio stampa comunale si sveglia e per assecondare il professionista del linguaggio fantastico, si dispera sul titolo da far piovere sui siti di informazione e sui giornali. Alla fine ci rinuncia, tanto ormai sono tutti vaccinati e poi chi crede più alla neutralità dell’informazione sannita, soprattutto quando racconta le vicende di Floriano.

Ogni mattina Floriano si sveglia e sa che sarà sbeffeggiato da quel sanculotto di Raffaele Pengue. Ogni mattina Raffaele Pengue si sveglia e si domanda: “Ma chi cazzo me lo fa fare!”. Ma poi si gira dall’altra parte e si riaddormenta.

Ogni mattina Floriano si sveglia e canta “Fatti più in là”, quel motivetto delle Sorelle Bandiera. Tre uomini vestiti da donna che Renzo Arbore aveva lanciato in un suo straordinario programma televisivo.  Ma non si rivolge mai a se stesso, bensì usa il motivetto come un pugnale per cacciare chi lo disturba. Ogni mattina Carlo Falato si sveglia e, dopo aver invocato un parere sui social sul nome da dare a un tipo di fiori, si domanda perché Floriano ce l’ha così tanto con lui.

Ogni mattina Floriano si sveglia e sa che, a parte Raffaele Pengue, l’idea di candidare il territorio di Guardia e della Valle Telesina a Patrimonio Immateriale dell’umanità Unesco è stata accolta con il dovuto giubilo dall’opinione pubblica e dalla stampa locale (quella nazionale seguirà). La macchina organizzativa è già quasi pronta e solo la proverbiale ritrosia di Floriano agli annunci ha fin qui impedito agl’italiani e al resto del mondo di conoscerla nei dettagli. Il catering della kermesse è già appaltato a Eataly di Oscar Farinetti, amico del premier Renzi, mentre i diritti televisivi saranno assegnati di diritto a Media Tv. Naturalmente senza gara. Nuovi posti di lavoro. Migliaia di assunzioni si renderanno necessarie per rimpolpare gli organici dell’ufficio turistico comunale, della polizia municipale e soprattutto della Protezione Civile. Ogni mattina Raffaele Pengue si sveglia e si domanda se nel Comitato promotore, per garantire la massima trasparenza, si pensa a un responsabile tecnico al di sopra di ogni sospetto. I nomi che girano sono i soliti, ma all’ultimo potrebbe spuntare, a sorpresa, il classico outsider: Floriano stesso. Ha le conoscenze giuste e ha tanta voglia di ben figurare.

Ogni mattina Floriano si sveglia e sa che dovrà guardarsi da Amedeo Ceniccola che si ritiene pronto a occupare il suo posto. Ogni mattina Amedeo Ceniccola si sveglia e sa che la strada per arrivarci è ancora lunga, molto lunga… praticamente senza sbocchi. Ogni mattina Floriano si sveglia e pensa a come imbrigliare Raffaele Di Lonardo che scalcia impaziente e non vuole più alzarsi presto la mattina. Ogni mattina Raffaele Di Lonardo, che si vede già sindaco di Guardia, si sveglia all’alba e sa che la strada per disarcionare Floriano è ancora lunga, molto lunga… praticamente senza sbocchi. Ogni mattina Gabriele Sebastianelli si sveglia con l’aria sperduta del naufrago, costretto ad aggrapparsi a una zattera malmessa, e come un sonnambulo urla: “Ma quando cazzo tocca a me?”. Ogni mattina Raffaele Benevento si sveglia e sa che non è bastato comprarsi la Jeep. Tutti però ogni mattina si svegliano e devono dimostrare che sono più bravi di Floriano nell’insaccare il fumo.

Ogni mattina Floriano si sveglia e cerca di imporci il proprio punto di vista manco fosse una missione per conto di Dio. Ogni mattina mi sveglio e penso che aveva ragione la mia mitica nonna Rosaria, analfabeta e donna perspicace: e visto che è Pasqua meglio un piatto di lasagne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...