Guardia Sanframondi: “Cinque centimetri di asfalto… per l’Unesco”

nessun commento

bandiere-di-forza-italiaÈ iniziata la vendemmia e non possiamo non osservare come ad andarci di mezzo sono ancora una volta gli agricoltori guardiesi. La viabilità rurale, vitale per l’economia del territorio, nonostante gli annunci delle ultime settimane e l’impegno ad impiegare un avanzo di bilancio di 150 mila euro (appena una goccia in un mare di degrado, fatiscenza ed abbandono) per intervenire sulla disastrata viabilità interna e su quella rurale (da destinare – si legge – a via Michele Alfonso-Forma, via Cavarena, via Fornacelle, via Acquarella, via Zeppa di Ferro, via Maresca, via Galano, via Calvese, via Sapenzie, via Tratturo, via Colle d’Aia, via Chiusa e prolungamento Parallela), ad oggi e a vendemmia iniziata già da alcuni giorni, è gravemente compromessa. Un territorio rurale molto vasto, cardine dell’economia guardiese, senza vere manutenzioni dal lontano 2010 (allorché l’amministrazione Panza appena insediata stanziò ben 10 mila euro!!! per la manutenzione e la messa in sicurezza di via Chiusa, via Cuponi, via Aquarelle, via Zeppa di Ferro, via Pentove, via Capannelle ed altre stradi rurali) e che dopo ogni pioggia e soprattutto dopo ogni stagione climaticamente pesante come quella appena trascorsa diventano impraticabili se non coi mezzi agricoli e le jeep a causa di buche, di frane, smottamenti, asfalto dissestato e avvallamenti improvvisi. Insomma una viabilità a pezzi che condiziona negativamente anche lo sviluppo rurale.

Che dirà a tal proposito la Commissione UNESCO?

Nell’augurare buona vendemmia alla comunità guardiese, quello che ci chiediamo, alla luce di quanto sopra, quello che chiedono i cittadini-agricoltori, è perché, a oltre un mese dallo stanziamento dei 150mila euro, non è stato steso neanche un centimetro di asfalto? E’ triste constatarlo ma, come dicevamo, la vendemmia è iniziata e i guardiesi molto probabilmente saranno ancora costretti a zigzagare tra buche, cunette, ecc… E chi di dovere (il sindaco Panza), troppo affaccendato nelle schermaglie che preludono ad una prossima campagna elettorale che per lui sa tanto di “Idi di Marzo”, continua a preferire i proclami demagogici e propagandistici ad una seria cultura politica del “fare”. Fatti, appunto! Non supercazzole. Si amministra coi fatti non con le chiacchiere. Fatti, non PANZANE!!!

Forza Italia Guardia Sanframondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...