Guardia Sanframondi, pubblica illuminazione ai privati: “Il Sindaco Panza privatizzerebbe anche l’aria che respiriamo”

nessun commento

illuminazione-pubblica-sprechiLa pubblica illuminazione al pari della manutenzione delle strade fa parte di quei servizi indivisibili dei comuni che il cittadino “percepisce” e contribuiscono in maniera significativa a formare un’immagine positiva nei confronti della gestione dell’amministrazione locale. La volontà di procedere alla privatizzazione della pubblica illuminazione, quindi, al contrario, evidenzia la malafede e i limiti di chi ci amministra che non ha alcuna capacità di capire il presente e di pianificare il futuro della nostra comunità.

C’è un proverbio dalle nostre parti che dice: “’A fissazione è peggio d”a malatia“. Nel senso che il pensiero monomaniacale è peggiore della malattia. Ed è così in tutte le manifestazioni dell’amministrazione, e questo vale soprattutto per la cosa pubblica. “Fare cassa” senza preoccuparsi d’altro. Così come in questi tre anni è stato fatto per il centro storico “anglosassone”, per il convento francescano “destinato a Spa”, per i palazzi storici, i trasporti locali e scolastici, la sanità, la scuola (dove sono state svezzate intere generazioni di cittadini guardiesi), ecc…

In parte è vero: gli enti locali, stritolati nella morsa del patto di stabilità, faticano a trovare le risorse per mantenere un servizio in perdita (chissà, poi, perché non si interviene mai sugli sprechi!!!), ma è provato che, laddove finisce l’esperienza comunale, diminuisce la qualità del servizio. E il fatto che a Guardia si sia arrivati a voler privatizzare anche la pubblica illuminazione, perché risulta troppo costosa la ristrutturazione, evidenzia la mancanza di attenzione dell’amministrazione per questo servizio: se si fossero realizzati interventi di ristrutturazione programmati negli anni non ci si ritroverebbe oggi con la necessità di provvedere ad interventi non sostenibili. L’affidamento ai privati della gestione e la manutenzione della pubblica illuminazione (immagino, a mezzo di gara con il massimo ribasso sul prezzo, trascurando la qualità del servizio offerto), un’altra tessera al mosaico che quest’amministrazione sta costruendo nella gestione privatistica e, probabilmente, affaristica del nostro Comune, non comporterà mai un reale risparmio per la popolazione e ancora di meno gli auspicati benefici in termini di efficienza e sicurezza – ad esempio, in quelle zone dove l’illuminazione è assente per periodi prolungati, dove non si provvede alla sostituzione dei pali della luce rotti, dove molti lampioni sono fuori uso e gli interventi su segnalazione hanno tempi indefiniti, dove il servizio di pronto intervento notturno è una chimera, dove per mesi non si sostituisce una lampadina e così via – ma, invece, permetterà “ai soliti affaristi” di lucrare a danno dei cittadini guardiesi che, come per l’Imu, come per l’acqua e la spazzatura (aspettando la Tares), si troveranno a pagare più tasse.

Certo, magari, in prima istanza, la gestione sarà affidata a una ditta “altamente specializzata nel conseguimento di forti risparmi energetici” (che poi magari si “vende l’appalto” ad una delle grandi società che operano nel settore, ricostituendo semmai anche regimi di monopoli “sommersi”, e il gioco è fatto), realizzando in uno due obiettivi: il primo, quello probabilmente di “favorire” qualcuno che a sua volta magari farà anche delle assunzioni e realizzerà degli utili di gestione; il secondo, di sgravarsi del problema e scaricare i costi, non importa quanti e quali, sull’intera comunità. Il risultato? Checché se ne dica nel comunicato. Nessun beneficio: né in termini di servizi; né in termini di incremento della rete elettrica pubblica; né in termini di potenziamento dei punti luce; e soprattutto nessun vantaggio economico per gli utenti finali, i cittadini.

Basterà aspettare l’arrivo delle nuove bollette, per accorgersene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...