Guardia Sanframondi: Consiglio comunale sul web (parte terza)

nessun commento

Vivere a Guardia, oggi, è un atto di fede. Giuro, mi sento intellettualmente e spiritualmente svilito nel prendere atto che butto il mio tempo ancora a scrivere e parlare di questa comunità. Scrivere, testimoniare, rivolgere appelli, gridare nel deserto. Mai più! Dico! Eppure puntualmente ci casco: è più forte di me. Sono trascorsi quindici giorni da quando ho sollevato un tema a mio avviso non da poco: ho chiesto all’amministrazione comunale di questo paese, il mio paese, di favorire la partecipazione dei cittadini all’attività politico-amministrativa attraverso un esempio concreto di trasparenza e circolazione delle informazioni (con un costo molto vicino a zero euro). Ovvero, la possibilità di trasmettere le sedute del Consiglio comunale sul web. Un semplice suggerimento. Un timido segnale di democrazia partecipativa. E qual è stata la risposta dell’Amministrazione comunale? Il nulla. Neanche una voce. Nessuno che ha avuto il coraggio di spiccare il volo. La trasparenza è una pietanza indigesta per molti, ma evidentemente in questa comunità diventa addirittura mefitica. D’altronde, c’è poco da fare, il filosofo austriaco Friedrich August von Hayek a tal proposito, è lapidario: “Chi possiede tutti i mezzi stabilisce tutti i fini”.

È chiaro, quindi: il tema della trasparenza amministrativa non rientra nelle priorità di questa amministrazione. Mettiamola pure così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...