Guardia Sanframondi: Consiglio Comunale sul web (parte seconda)

nessun commento

Sono deluso! Ma non più di tanto: in fondo c’era da aspettarselo. Ma come! Un argomento, ovvero una semplice richiesta che cerca di andare verso una maggiore trasparenza delle attività non solo del Consiglio Comunale guardiese ma anche più in generale dell’attività politica di coloro che sono stati chiamati dai cittadini ad essere suoi rappresentanti, viene totalmente ignorata? D’accordo, la richiesta di videodiffondere le sedute del Consiglio comunale è stata (da chi scrive) inviata ai media locali e non ha seguito la normale prassi istituzionale (protocollo) e, allo stato, non risulta nemmeno essere stata recepita (non sia mai) dalla minoranza comunale, ma che, tuttavia, la nota è stata letta e assimilata dalla “giovane” amministrazione è fuori dubbio. Epperò, un’amministrazione comunale meno sprezzante, a questo punto, non avrebbe esitato un istante a rispondere (così come ha fatto l’amministrazione comunale di Sant’Agata dei Goti), magari usando gli stessi mezzi mediatici, magari sollevando argomentazioni o problematiche varie, che so, legate ai costi (ma mi sembra che il testo che ho presentato sia già piuttosto chiaro sul fatto che in realtà i costi sarebbero estremamente limitati); oppure, se vogliamo avrebbe opposto problematiche o argomentazioni legate al tema della privacy (secondo me è abbastanza risibile anche sollevare il tema della privacy. Il testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali garantisce espressamente la pubblicità degli atti e delle sedute dell’organo consiliare comunale).

Invece, niente. Neanche una voce. Nessuno. Il nulla.

Quindi, concludo e rinnovo nuovamente l’appello alla “giovane” amministrazione comunale (estendendolo, stavolta, al presidente del Consiglio Comunale di Guardia quale responsabile delle sedute e quindi quale responsabile anche dell’andamento dei lavori del Consiglio Comunale) affinché prenda in considerazione la proposta, seria, motivata e senz’altro giustificata e dia in questo modo un segnale molto chiaro, se si vuol fare realmente trasparenza in questa comunità.

Non sarebbe il caso di prendere la questione sul serio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...