Guardia Sanframondi: Mancano solo i cinghiali

nessun commento

Il Municipio di Guardia sembra una specie di Bar Sport, spartano, istituzionale (forse), ma Bar Sport. In questo autunno felice, felice per molti ma non per tutti, imprenditori, professionisti, saltimbanchi, impresari, professionisti e luminari di tutte le discipline e di tutte le taglie e da tutte le parti d’Italia e dell’intero globo terraqueo vanno al Comune recando, come Re Magi, ogni genere di proposta o risoluzione o problematica. E tu ti immagini i nostri amministratori che, tra una fetta di torta (o di prosciutto) e un calice di Quid tra le dita, saltano da una poltrona all’altra o corrono i cento metri tra una stanza e l’altra, rispondono al telefono, al cellulare, a una mail. Sempre che non siano occupati a un convegno, un’inaugurazione, un brindisi in Cantina, qualche iniziativa benefica o culturale con le soavi banalità che corredano il rito: “L’enoturismo e il patrimonio culturale sono i simboli di un nuovo risorgimento guardiese…”. Ma sono i contraccolpi della improvvisazione e della impreparazione, di cui i nostri Number One comunali si disinteressano. Nessuna seria progettualità, nessun adeguamento strutturale, una comunità dormitorio abbandonata a sé stessa: solo sorrisi sfingei. Solo nuove idiozie. Solo il proseguo di una ben radicata fiera delle banalità. Come dimostrano le mille emergenze guardiesi che sono sempre più tali, sono come quelle febbriciattole croniche che non ci si dà più la briga di curare, tanto è inutile. Guardia vive sospesa tra palco e realtà. Una sorta di proiezione che a volte ti schiaccia e a volte ti attira. Per chi ci amministra va tutto bene. La Falanghina confusa come indice di benessere, panacea di tutti i mali, meraviglia che conquisterà il mondo. Va tutto bene, siamo tutti muniti di green pass, il lockdown è solo un triste ricordo, la vendemmia 2021 si prospetta ottima (dei prezzi delle uve ne vogliamo parlare?), anche il colossale imbroglio in atto, anche lo scempio che si fa della fiscalità pubblica, squisita alchimia tutta guardiese. Dopo oltre un anno gli ineffabili “nuovi” amministratori si sono distinti solo per una serie d’incontri, pranzi, brindisi, dichiarazioni roboanti, commemorazioni, ricevimenti, cerimonie da Bar Sport, assicurazioni retoriche, banalità a volte innocenti altre volte francamente insopportabili o impuni e poi si sono eclissati. Ma niente paura, l’importante è che tutti a Guardia siano felici – operazione del resto non difficile visto che al Comune ci sono praticamente le stesse persone da decenni e vivono felici così –. Si chiama moral suasion. È attività narcolettica ma efficace in modo micidiale come lo sono i barbiturici. Niente deve cambiare e tutto sommato (per molti guardiesi) forse è meglio così, vai a capire chi rischieremmo di ritrovarci con questi chiari di luna. Mancano solo i cinghiali, che puntualmente arriveranno. E sarà tre volte Natale e festa tutto l’anno. E sarà una scena toccante quando nei prossimi giorni li vedremo scendere a Guardia con gli occhi lieti, le teste alzate e la coda tesa. Incolonnati. E sarà dolcissimo vederli passare dai loro ritrovi abituali. Confortati e sereni, si vedranno rimborsati finalmente di una cittadinanza che sentivano ormai come la loro. I guardiesi, dopo un’iniziale diffidenza, magari li apprezzeranno pure, per la loro compostezza, qualcuno li saluterà, scatterà un selfie e scambierà con loro qualche battuta, non di caccia. Ci sarà pure qualche amministratore che concederà loro il permesso di circolazione in zona Centro storico. Una sorta di corsia preferenziale. Ci sarà anche chi obietterà che sono troppi e vanno abbattuti, che sono aggressivi, rovinano i raccolti e le vigne, non controllano le nascite… Allora perché lo stesso criterio non vale anche per gli altri? Pure sul Municipio – dirà il solito disfattista – sono troppi e mangiano e danneggiano più di noi, perché non li abbattiamo? Perché non abbattiamo loro? In realtà non lo facciamo perché da loro non ricaveremmo nulla, nemmeno una goccia di ragù…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...