Facce di bronzo

2 commenti

Basta, non se ne può più. Non si può accendere la Tv senza vedere le solite facce di bronzo, senza sentire le loro voci odiose, che pontificano e commentano tutto ciò che gli capita a tiro. Facce sconfitte e tutte confermate. Sempre pronti a sparare stupidaggini. A lanciare battute salaci ma anche pesanti offese contro chi non la pensa come loro. Tutto un “io non l’ho interrotta”. Tutti nati ieri. Tutti vergini. Non c’è nessuno, che pur essendo in politica da vent’anni e magari anche da trenta, abbia l’onestà intellettuale di assumersi, almeno pro quota, qualche responsabilità del disastro, economico e morale, in cui è caduto il nostro Paese. La rigetta sull’avversario o presunto tale. Ascoltandoli nei vari talk non si comprende come si possa su questa materia umana costruire partiti e gruppi politici che interpretino le necessità di tutti, il cosiddetto bene comune. Solo uno scontro di potere con qualche riverbero di politica vera. Le antiche categorie di destra e sinistra non hanno più senso (ammesso che lo abbiano mai avuto). Gli italiani, per il martellante lavaggio del cervello da parte dei media legati alla classe politica predominante si dividono fra destra e sinistra con la stessa razionalità con cui si tifa per una squadra si calcio. Vincano i giocatori della Roma o della Lazio è sempre lo spettatore a pagare lo spettacolo. La situazione è grave ma non seria, disse una volta e per sempre Flaiano. Invece oggi la situazione è poco seria, e diventa sempre più grave. Ma si può almeno sapere di chi è la colpa se siamo ridotti così? E perché accettiamo un governo Renzi senza Renzi, nato dalle ceneri di un referendum perduto, che dopo avere annunciato che in caso di vittoria del “No” avrebbe lasciato la politica, invece continua a governare per interposto Gentiloni (evidentemente è la politica che non vuole saperne di lasciare Renzi). Dovrebbe bastare questo spettacolino indecente per convincere il cittadino che abbia un minimo di discernimento a dire: sapete qual è la novità? Io non voto, non vengo a legittimarvi, per l’ennesima volta, a comandarmi per altri cinque anni dovendovi anche pagare profumatamente.

2 comments on “Facce di bronzo”

  1. Non votare è una colossale idiozia ed equivale proprio a legittimare quelle facce di bronzo che possono sempre contare sui voti di Complici, Collusi o Coglioni. Con tutti i loro evidenti limiti l’unica alternativa sono i 5 Stelle!!!

    1. Si spera che i 5 stelle realizzino in pieno quello che promettono, riescano a mandare a casa tutte quelle vecchie facce di bronzo così navigate, con l’aggiunta di qualche mezza calzetta, per non parlare di tutte quelle donne ormai aumentate di numero che si accodano alla marmaglia.
      Se siamo ridotti così è certamente per colpa loro, una crisi senza precedenti figlia di scelte politiche sbagliate che perdura e continuerà chissà fino a quando.
      Ormai siamo all’ultima spiaggia: bisogna dare fiducia a questo giovane movimento ma se verremo traditi anche da loro allora sarà inutile continuare ad andare a votare.
      Governi che non riescano a trovare soluzioni così semplici, continuano ad accogliere immigrati che costano miliardi di euro, con l’avanzare di nuove tecnologie aumenterà la disoccupazione e quel poco di lavoro utile che resterà sarà svolto dai piu’ poveri mentre la delinquenza la farà da padrone.
      Ma la domanda è: uno Stato che non vuole bene ai propri cittadini che Stato è?, cosa ci si può aspettare in futuro? dove andremo a finire?…
      GIAMPAOLO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...