La Grande Bellezza

nessun commento

A Guardia, piuttosto che a Ravello. A Guardia, dunque, perché se Cristo per caso ancora s’attarda nei pressi di Eboli, poco più a nord è arrivato un nuovo Salvatore alla guida di un vecchissimo paese, Floriano Panza che – col fervore di un Floriano Magno – cavalca alla testa di un esercito che pareva di terracotta e che di colpo ha preso fiato e gambe. A Ravello, dunque, dove Guardia è presente con i suoi vini e i suoi amministratori comunali. A Guardia! A Guardia, dunque, con i nostri amici gemellati del Portogallo. Che gran rottura però questi stranieri. “The film crew of four, absolutely loved it here. I think they’re going to do a great piece, focusing on the beauty of the town…”: scrive Carlo Roberts. “Che forza: vedere, dove gli altri non vedono. Le porte della bellezza di Guardia si aprono solo col cuore”: risponde con un brusio di poesia il sindaco Panza. E per questo ogni giorno prende Guardia e la trasforma in un posto che somiglia a un maxischermo con qualche spot in loop. Che gran rottura questa della bellezza. Ma mica è colpa di Guardia. Guardia è sempre stata così: sempre sul filo di lama tra palcoscenico e bordello: che ne sanno le americane allegre e danarose? A parte auliche rotture di fontane, è la bellezza a conferire a Guardia (eterna: a sapere la misura dell’eternità) la sua richiamata e risaputa bellezza, assediata adesso dall’estraneo. Bellezza che la rende insopportabile, e per certi aspetti indispensabile (attesa, almeno). Indispensabile perché la bellezza di Guardia (la parte più vetusta) è sempre stata mezza fesseria e mezzo inganno, case smozzicate nobilitate dai gatti e cani vaganti (a volte allupati), bellezza che tutto intruglia e satolla. Il teatro della bellezza che da decenni tiene in ostaggio Guardia, giustifica il suo rassegnato accasciarsi. Manco fosse una puzzolenta cittadina dell’hinterland napoletano. Non c’è mai stato sindaco che appena arrivato in Municipio non abbia dichiarato tutto il suo amore, la sua emozione per tanta solennità, il suo impegno per simile gravità. Amore, sempre stentoreo amore. Poi da quasi sei anni a questa parte però larga parte del centro storico crolla, le opere pubbliche non vengono mai terminate, là stanno, le buche là stanno, a sprofondamento e a groviera. Ma lo stesso, Floriano Magno, amor suo e amor di comunità, pensa di aggiungere qualcosa: un bagordo, un’estate guardiese, un grande evento internazionale, magari un’isola pedonale che si trasforma nel casino istituzionalizzato. E giù multe! Gli angoli del centro storico sanno di piscio e vomito, neanche fosse un set neorealista del dopoguerra, altro che location incantevole, un accampamento dei visigoti, un pollaio alla distribuzione del becchime. Non so che idea di bellezza ha il sindaco Panza per questa comunità. Non so cosa racconta ai suoi colleghi nelle riunioni conviviali delle Città del Vino. Non so cosa fa vedere ai media stranieri che come cow boys affollano Guardia in questi giorni. Dove prende i soldi per finanziare la sua megalomania. Vogliamo questo? Vogliamo questa comunità? Immaginiamo che sia questa la comunità che fa venire voglia di starci, di vivere, di farci crescere i figli? Altro che America! Hai voglia di cercare la grande bellezza di Guardia, nella mesta bellezza della guardiesità spenta e regalata al “mondo” anglosassone. Una comunità da “tana libera tutti”, sfregiata dall’inciviltà, strangolata dall’incapacità di chi ha l’onere e l’onore di governarla. Forse Guardia non poteva (può) avere altra sorte. Anche il respiro ora è pesante, affannoso e corto, accelerato il battito, la comunità che grazie al sindaco Panza consacra oltreoceano la sua paradossale “grande bellezza”. Un principio di dissolvenza si avverte. Come quando il film sta per finire. Poi magari ti arriva la Roberts e chissà, l’Oscar.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...